Navigare consapevoli

5 applicazioni per vivere meglio i rapporti virtuali e non

Come possiamo essere più attivi, consapevoli e responsabili?

Secondo appuntamento con la tematica della sicurezza in rete e del rispetto.

Class Dojo

Uno strumento per costruire una comunità più serena e collaborativa. Molto diffuso negli USA, permette di dare giudizi istantanei, condividere informazioni e attività con tutte le figure coinvolte nel processo educativo. E' possibile creare un account come alunno, docente o genitore.


PRO: permette di dare attenzione e riconoscimento in modo istantaneo; invita alla corresponsabilità.
CONTRO: sono necessari tablet o pc per ogni alunno;

Cyber Jungle

Nome inglese, ma prodotto italianissimo, creato dai bravi ragazzi dell'Istituto Superiore Mario Boella. Muovendo su un tabellone virtuale il personaggio del gioco, è possibile riflettere e rispondere a domande inerenti vita e sicurezza virtuale, gestione dei rapporti online e responsabilità individuale.

PRO: prodotto creato dagli stessi ragazzi per sviluppare una riflessione comune, grafica accattivante, cornice ludica
CONTRO: leggermente ripetitivo

Il giocatore deve superare tre livelli, senza esaurire le vite a disposizione, per ottenere un cyber-brevetto! le risposte corrette sono "premiate" con finestre esplicative, (oltre all'avanzamento del personaggio, ovviamente).

Cybersafe

App per i più piccoli (ultime classi della primaria, prime della secondaria), che prevede tre mini-giochi. E' stata creata dagli alunni della Goffs School UK , (bravi!), che hanno fatto della consapevolezza tecnologica la loro mission!

PRO: divertente, coinvolgente, accessibile anche per livelli di conoscenza basilare della lingua inglese
CONTRO: non attira i ragazzi più grandi

Rethink

Un app molto intelligente e compatibile con tutti i dispositivi. Una volta installata crea un momento di riflessione prima di postare, inviare o confermare la scrittura di post e messaggi. Nel momento in cui vengono digitate parolacce ed insulti Rethink ti chiede di ripensarci e tornare suoi tuoi passi.

Nato dall'idea di una ragazzina di quindici anni, permette con semplicità di diventare più consapevoli di ciò, che, troppo spesso, con leggerezza viene condiviso.

PRO: bella idea, semplice da attivare
CONTRO: per ora compatibile solo con la lingua inglese


(Ringrazio l'ins. Giovanna Boschetti per avermela fatta conoscere!)

Parental Control

Ne esistono diverse versioni e tutte offrono più o meno gli stessi servizi: controllare la cronologia del minore, impedire l'accesso a siti espliciti o inadeguati, permettere l'utilizzo dello strumento elettronico soltanto in alcune fasce orarie o tracciare la posizione fisica dei figli, (se hanno con loro il cellulare, ovviamente).


PRO: facile da usare, gratuita

CONTRO: IL filtraggio non risulta sempre infallibile