Sean Khan

Bio

Il sassofonista inglese Sean Khan, oltre a essere un polistrumentista visionario dotato di incredibili capacità improvvisative, è una autentica promessa del jazz contemporaneo.

Dopo essere stato per anni il leader della soul-jazz band inglese SK Radicals, Sean Khan debutta con il suo nuovo album da solista, Slow Burner (2011), una rivisitazione geniale ed eclettica dei grandi standards del jazz mondiale.

Nel disco, mostri sacri come Coltrane, Henderson, Parker, Shorter e Stevie Wonder si fondono con le migliori sonorità contemporanee, dal Hip Hop alla musica elettronica.

Nella sua band, Sean Khan può contare su quattro talenti musicali della scena londinese ed europea: Laurie Lowe (batteria), Mike Edmonds (basso), Susan Allotey (voce) e Tim Lapthorne (piano). Ascoltare il sax solo di Sean Khan è un'esperienza imperdibile per gli amanti del Jazz di ogni età.

"I can hardly stop playing this. A superb collection from this highly-rated
saxophonist. Fantastic throughout.highly recommended" Blues & Soul Magazine


"Khan's amazing sense of the hip and chic. His understanding of mainstream
and contemporary jazz is unquestioned. Sean's sax also excels.such a good
set for jazz and soul lovers alike" Willber Willberforce (BBC Radio)


"British jazzman delivers a pulsating album. Saxophonist is backed by the
slickest musicians to mix urban grooves with classic jazz." Daniel Brown
(Radio France International)


'A brilliant saxophone player' Jack Massarik (Evening Standard Jazz)

Sean Khan 'What Is Jazz' [Far Out Recordings - Jazz]
Sean Khan 'Mahjong' [Far Out Recordings - Jazz]

Liolà

Liolà promuove eventi di Arte, Musica e Teatro. Grazie a un’attenta selezione di artisti internazionali, chiamati a esibirsi nelle locations pugliesi più suggestive, Liolà punta a offrire una proposta d’intrattenimento ricercata, inedita e apprezzata dal grande pubblico.
Ci dispiace se questo flayer non è di tuo interesse.

Per cancellarti dalla nostra newsletter scirvi a info@liolaeventi.it