Villa Di Napoli

Palermo - Quartiere Cuba/Calatafimi

Palermolive

una voce contro l'indifferenza e la malapolitica del Governo Siciliano che hanno portato la città di Palermo al degrado più assoluto

Villa Napoli

fra abbandono e degrado

La Cubola

Il chiosco normanno è un piccolo edificio quadrato che ha quattro archi sormontati da una cupola emisferica di stile islamico.

Il Giardino

La Piccola Cuba faceva parte di un immenso giardino, il Parco del Genoardo; creato dal Rè Guglielmo II durante il suo regno, esso conteneva palazzi, chioschi, fontane, laghetti e alberi di ogni varietà
Il giardino è diventato un'immensa sterpaglia incolta a causa dello stato di abbandono e l'incuria da parte di chi dovrebbe gestire questo patrimonio culturale, anche le aree circostanti, quali i marciapiedi esterni la recinzione, sono privi di battuto cementizio e la vegetazione affiora dal cemento

La Villa

Costruita nel XII secolo, questa villa era conosciuta come Cuba Soprana o Torre Alfaina. La Cuba Soprana fu ristrutturata da diverse famiglie: i Ventimiglia, i Rao, i Torres e i Napoli. Nel XVIII secolo, Don Carlo Napoli apportò ulteriori modifiche. La Cuba Soprana così sparì e divenne la Villa Napoli. L'ultimo proprietario, Quintino Napoli, cedette la Villa alla Regione Siciliana

L'appello dei cittadini

perchè vengano eseguite le necessarie opere di consolidamento e restauro della villa e delle aree di pertinenza appartenenti alla stessa e possa finalmente essere riaperta al pubblico.