Testimonianza di Liliana Segre

Cosa racconta Liliana Segre

Liliana racconta che all'età di 8 anni, i suoi genitori le hanno dovuto dire che non poteva andare più a scuola. L'avevano espulsa perché era ebrea.
Avevano iniziato a dividere le varie persone, avevano iniziato a portare le varie persone nei vari paesi e campi di concentramento.
Arrivati lì, venivano separati dagli uomini e poi separavano bambini da donne. Lei ricorda il momento in cui l'hanno staccata a forza dalla mano di suo padre.

Ricorda quando le guardie facevano correre le donne nude, senza capelli per farle perdere la loro femminilità, la loro umanità. "Come faceva una donna nuda, magra, brutta a esporsi davanti a degli uomini vestiti bene, eleganti?", dice Lei.
Inoltre, i nazisti cercavano di creare scompiglio tra i prigionieri, in modo che diventassero nemici. E ci erano riusciti, perché Lei era diventata egoista, non le importava più di nessuno, non voleva amare più nessuno.

Liliana Segre

Per me Liliana Segre è molto coraggiosa perchè dopo tanti anni che è stata zitta ora ha parlato.

Mi ha commosso molto quando ha raccontato che le guardie l'anno separata dalle braccia di suo padre.

Poi quando ha detto "Come faceva una donna nuda, magra, brutta a esporsi davanti a degli uomini vestiti bene, eleganti?" quella frase mi ha distrutto perchè immaginare delle donne in questo stato fa male.

Big image