Rosalba Carriera

Il ritratto italiano

ROSALBA GIOVANNA CARRIERA

Luigi XV

Rosalba Carriera è celebrata come la più grande ritrattista del Settecento, per la grazia e la versatilità dei suoi dipinti, fu contesa dalle corti più illustri e ottenne fin da giovane fama internazionale, dividendo la sua esistenza fra Venezia e Parigi, le due capitali del bel vivere settecentesco.



"Si può dire che tutti i signori del tempo si misero ai suoi piedi. I suoi pastelli facevano furore.[...] Luigi XV, allora bambino, fu uno dei primi a posare per lei."

Sensier

Interprete raffinata degli ideali di grazia della mondana società settecentesca, artista protagonista della stagione Rococo veneziana, Rosalba Carriera fu autrice di una copiosa produzione artistica, a pastello e ad olio, in cui raffigurò la vita quotidiana delle donne, ritratti femminili dai rosei incarnati.


Big image

Ragazza con pappagallo, 1720

Fra i soggetti galanti e sottilmente sensuali tipici di Rosalba Carriera, le figure femminili con animaletti sono predilette dalla ritrattista veneziana nella prima fase della sua attività, e riprese in miniature e pastelli dagli allievi. Nel pastello morbidamente sfumato con delicati accostamenti cromatici, una giovane donna per niente intimidita si fa scoprire il seno da un pappagallo. Il fascino sensuale della fanciulla è sottolineato da una vistosa collana di perle che le gira intorno al collo e le scende sul petto. Ma è soprattutto il sorriso disinvolto e naturale a dominare l'immagine: il ritratto si impone come "le portrait d'un sourire".