LA QUALITA' DELLA CONSULENZA

Big image

Gestire al meglio il patrimonio mobiliare ed immobiliare è una prerogativa per realizzare gli obiettivi di vita personali e familiari.

Spesso la gestione del patrimonio viene realizzata con il “fai da te” rischiando di compromettere la stabilità e lo sviluppo economico-patrimoniale futuro della famiglia. Altrimenti, è necessario affidarsi a consulenti professionali le cui competenze possono permettere un’organizzazione efficiente ed efficace delle risorse e soprattutto coerente con gli obiettivi personali.

Tuttavia, oggi un piccolo paradosso del mercato è rappresentato dal fatto che molti intermediari propongono ancora alle famiglie prodotti che “garantiscono” dal rischio mercati in un mondo in cui neanche i titoli di stato sono più garantiti. Ma il rischio maggiore percepito dalle famiglie è quello di affidare i propri soldi all’istituzione (o persona) sbagliata.

Ed allora, come poter valutare la professionalità del consulente a cui rivolgersi?

Il consulente, nel fornire il servizio di pianificazione finanziaria economica e patrimoniale, deve individuare e supportare tutte le necessità ed i bisogni della famiglia quali la tutela della sicurezza reddituale, l’investimento, l’indebitamento, l’immobiliare, il pensionamento e la fiscalità, che tuttavia devono essere analizzate, valutate e pianificate in maniera integrata, sull’intero ciclo di vita.

A ciò dà supporto la metodologia di origine anglosassone “Personal Financial Planning recepita con la normativa UNI ISO 22222.

Il processo di questa metodologia è articolato in fasi che devono essere percorse e ripetute nel tempo.

Calogero Moncada