il vetro retinato

Ilaria & Giulia

i vetri retinati

l vetro armato o retinato è un particolare tipo di vetro lucido non perfettamente trasparente, che tuttavia consente il filtraggio della luce. Caratterizzato dalla presenza di una rete di fili metallici.

Ha spessori di 6 e 10 mm, il vetro retinato può avere una lunghezza massima compresa tra 1650 e 3820 mm e una larghezza massima di 1980 mm, e non può essere ricotto.

Il vetro retinato può anche essere colorato o decorato con apposite stampe che riducono la nitidezza della visione dall’altra parte del vetro.

Il vetro retinato viene utilizzato per fare finestre, i parapetti dei balconi, portoni e lucernai ed è più resistente al fuoco e non emette gas in caso di incendio. Infatti si scioglie lentamente senza tensione, che procurerebbe l'esplosione.

la rete all’interno del vetro armato distribuisce uniformemente il calore su tutta la superficie del vetro, assicurando la coesione della lastra ed evitando la sua esplosione, anche qualora il vetro dovesse fondersi una volta raggiunta la temperatura di rammollimento (600/700° C).

Il vetro armato è considerato un vetro di sicurezza e le sue maglie metalliche lo tengono insieme anche dopo la rottura


In realtà il vetro armato non può essere

considerato come vero e proprio vetro di sicurezza.

Potrebbe essere una sorpresa per molti il fatto che il vetro armato

non sia più resistente dal punto di vista meccanico rispetto al vetro

float. Quest’idea errata nasce probabilmente dall’inesatta

associazione al cemento armato in cui l’acciaio migliora

notevolmente la resistenza del prodotto.

La lavorazione del vetro