LA CINEMATICA PRESENTA SE STESSA

Di Aurora Fulignoli

LA CINEMATICA

La cinematica è quel ramo della meccanica che studia il moto.

Un corpo è in moto quando la sua posizione rispetto a un dato punto di riferimento cambia nel tempo, mentre un corpo è in quiete quando la sua posizione rispetto a un dato punto di riferimento non cambia nel tempo.

Gli elementi principali per descrivere un moto sono:la traiettoria,lo spazio,la velocità e l'accelerazione.

LA TRAIETTORIA è la linea immaginaria tracciata dalla successione di tutte le posizioni occupate da un punto nel suo moto; un moto può essere rettilineo o curvilineo, tra i moti curvilinei sono particolarmente interessanti quello circolare e quello parabolico.

Un moto è rettilineo se la sua traiettoria è una linea retta.

Un moto è circolare se la sua traiettoria è una circonferenza.

Un moto è parabolico se la sua traiettoria è una parabola.

Un'altro elemento principale per descrivere il moto è lo spazio si calcola grazie alla formula: s=velocità x tempo=v x t.

Da questa formula si ricavano le due formule inverse cioè quella per calcolare il tempo e quello per calcolare la velocità:

T=spazio/velocità=s/v

La velocità può essere sia media che istantanea, le velocità istantanea è la velocità in un determinato istante di tempo; mentre la velocità media si può calcolare grazie alla formula:

V= spazio:tempo=s/t.

Quando la velocità di un moto è costante e la sua traiettoria è una retta si dice moto rettilineo uniforme.

L'ultimo ente principale per descrivere il moto è l'accelerazione che si calcola grazie alla formula: Accelerazione= delta velocità:tempo= intervallo di velocità:tempo.

Quando invece l'accelerazione di un moto è costante e la sua traiettoria è una retta si dice moto rettilineo uniformemente accelerato.

Un moto è uniformemente accelerato quando i corpi sono in caduta libera.