associazione tetto per tutti

la casa e un diritto

La casa è un bene vitale come l’aria pulita, la luce e l’acqua potabile


…Si comprende benissimo che fra i membri di una stessa comunità cittadina di una stessa casa comune debba esistere un vincolo organico di fraternità e di amicizia.
A tutti si fa chiaro che in una città un posto ci deve essere per tutti:
Un posto per pregare (la Chiesa,la moschea),
un posto per amare (la casa),
un posto per lavorare, (l’officina),
un posto per pensare (la scuola),
un posto per guarire (l’ospedale)….

da “Le città sono vive”, Giorgio La Pira

Quando manca la casa la persona e la famiglia si sentono insicure e si sviluppano tensioni e conflitti.
La casa è un bene vitale come l’aria pulita la luce e l’acqua potabile.
Sul piano sociale politico affermare il valore della persona e della famiglia significa impegnarsi perché la casa divenga un diritto per tutti.

Mons. Giuseppe Pasini

Art. 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3. Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoii di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la liberta e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4. La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilita e la propria scelta, una attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Dalla Costituzione della Repubblica Italiana

ARTICOLO 25
1) Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all'alimentazione al vestiario, all'abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari; ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità, vedovanza, vecchiaia o in ogni altro caso di perdita dei mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà.
2) La maternità e l'infanzia hanno diritto a speciali cure ed assistenza.
Tutti i bambini nati nel matrimonio o fuori di esso, devono godere della stessa protezione sociale.

Dalla Dichiarazione universale dei Diritti dell’uomo